Sverniciatura e manutenzione manufatti in legno

La ditta esegue un processo di sverniciatura ad immersione di manufatti in legno e metallo.

La sverniciatura può essere eseguita sia su legno sia metallo, essendo particolarmente efficace con le vernici impregnanti e le finiture sia all'acqua sia al solvente, con smalti coprenti all'acqua o sintetici e con le vecchie pitture a base di olio di lino.

Non consente invece l'eliminazione di vernici catalizzate quali le bicomponenti, i poliuretanici, gli epossidici, le vernici con solvente nitro e vecchie pitture in polvere diluite con alcool.

I prodotti utilizzati per la sverniciatura sono tutti in soluzione acquosa e non contengono solventi tossici e nocivi: non aggrediscono il legno come invece può accadere con l'utilizzo di soda caustica. Il manufatto sottoposto a lavorazione risulta integro e riportato allo stato naturale, pronto per qualsiasi trattamento.


Sverniciatura porta legno

COSA SI PUÒ SVERNICIARE

La lavorazione può essere eseguita su tutti i manufatti in legno massicci, quali porte, finestre (senza necessità di smontaggio vetri), persiane, tavoli, sedie, bauli, cancelli, balconate, palizzate, e su manufatti in metallo come ringhiere, radiatori, portavasi, eccetera.

CICLO DI LAVORAZIONE

La sverniciatura di legno e metallo avviene per immersione in vasche: una volta terminata la sverniciatura, il manufatto viene lavato accuratamente con acqua fredda. Eliminata qualsiasi traccia di vernice, i manufatti in metallo sono pronti per eventuali nuovi trattamenti di riverniciatura, mentre quelli in legno vengono sottoposti all'importante fase dell'essiccazione, con la quale si riporta l'umidità del manufatto a valori normali, ossia inferiori al 16-18%. A fine lavorazione il manufatto in legno si presenta allo stato naturale, pulito e a poro aperto pronto per un nuovo trattamento di verniciatura.

Vedi esempi di lavorazione »

RISPETTO AMBIENTALE

Con questo processo la vernice dei manufatti si stacca e si deposita sul fondo delle vasche stesse. Periodicamente ditte specializzate ed autorizzate svuotano e smaltiscono i fanghi.

Viene eseguito un lavaggio per eliminare ogni residuo. Questa acqua utilizzata viene fatta decantare varie volte prima di essere trattata con un impianto di depurazione proprio.

PARTICOLARITÀ E PROBLEMATICHE POSSIBILI

Nel trattamento di manufatti in legno può accadere che, sulle parti maggiormente deteriorate dal tempo e dall'usura, si verifichi il sollevamento di microfibre (effetto pelo rialzato): in tal caso si esegue una leggera carteggiatura per eliminare questo inconveniente. Si fa presente che il consumo di vernice utilizzata per la prima mano risulterà leggermente maggiore poiché il legno è datato e a poro aperto.